Sto andando fuori glutine e si sente stanco

Il glutine è una proteina che si trova nei granuli principali, come il grano, l’orzo, la segale e la maggior parte degli avena, che possono causare problemi digestivi, fatica, dolori articolari e condizioni autoimmuni. Andando fuori dal glutine è l’unico modo per gestire i sintomi e rimanere in buona salute se si dispone di una malattia celiaca o di intolleranza al glutine. Puoi darsi che tu possa sentirti peggio nei primi giorni o settimane dopo aver eliminato il glutine, ma se persegui, la tua salute e energia saranno presto migliori di prima.

Glutine negli alimenti

Evitare il glutine non è necessariamente facile, dato che è così ampiamente disponibile in molti alimenti comunemente consumati. Molte persone commettono l’errore di tagliare gran parte del glutine e mantenere qualche puntura occasionale di pane, torte o biscotti contenenti glutine. Per migliorare la tua salute spegnendo glutine, devi essere vigile, leggere attentamente le etichette per evitare tutte le fonti nascoste di glutine e restare rigorose con la vostra dieta senza glutine. Se sei esposto al glutine solo una volta al mese, può essere sufficiente per perpetuare i sintomi della malattia celiaca e dell’intolleranza al glutine, che includono fatica e mancanza di energia.

Contaminazione al glutine

Anche se siete molto attenti a leggere etichette e ad evitare tutti gli alimenti che contengono glutine, la tua dieta può essere ancora contaminata da tracce di glutine, che può farti sentire stanchi sulla vostra dieta senza glutine. La contaminazione incrociata è un problema comune per le persone con malattia celiaca e intolleranza al glutine. Utilizzare diversi skillet, utensili e tavole di taglio, se il resto della famiglia sta ancora cottura con alimenti contenenti glutine. Evitare di utilizzare lo stesso burro di burro di arachidi come il resto della famiglia perché alcuni pangrattato contenenti glutine potrebbero contaminare il vaso e esporre a tracce di glutine. Quando si mangia fuori, chiedete che i vostri alimenti siano preparati separatamente con attrezzature pulite per impedire la contaminazione incrociata.

Prelievo di glutine

Se ti senti più stanco dopo essere andato completamente fuori dal glutine, è probabile che tu stia provando il ritiro del glutine. Anche se questo fenomeno non è ben compreso, Charles Parker, uno psichiatra che tratta i pazienti con intolleranze alimentari, spiega che la rimozione del glutine dalla vostra dieta può causare nausea, diarrea, depressione, insonnia e fatica. Parker menziona che le persone con intolleranze alimentari possono inconsapevolmente essere dipendenti dai cibi che li fanno sentire male. Se si sente stanco, si può soffrire di ritiro del glutine. Continuare le vostre diete senza glutine per poche altre settimane e dovresti notare i miglioramenti nel tuo livello energetico.

Assunzione inferiore del carbone

Sentirsi stanchi quando si esce dal glutine può semplicemente essere il risultato di diminuire l’assunzione di carb. La maggior parte dei cibi contenenti glutine, come il pane, la pasta, il couscous, i cereali per la colazione ei prodotti da forno, hanno un elevato contenuto di carboidrati. È possibile mantenere l’assunzione di carb, scegliendo alimenti ad alto contenuto di carboidrati, senza glutine, come patate dolci, patate, squash invernali, legumi, riso, quinoa, frutta, latte, yogurt e verdure. In caso contrario, diminuire l’assunzione di carboidrati richiede al tuo corpo di passare da bruciare principalmente gli zuccheri derivati ​​da questi carboidrati per utilizzare grassi. Se preferisci mantenere il consumo di carboidrati più basso, includere generose quantità di grassi per ogni pasto, dall’olio di oliva, l’olio di cocco, l’avocado, il burro, le noci e il burro di noci naturali, per fornire al vostro corpo tutta l’energia necessaria.