Segni e sintomi di carenza di iodio nei bambini

Lo iodio è un elemento chimico necessario per il corretto funzionamento del corpo e del corpo. In particolare, iodio è essenziale per la produzione di ormoni tiroidei. Il corpo non produce iodio, quindi è necessario che i bambini e le madri in gravidanza consumino iodio nelle loro diete per impedire lo sviluppo di condizioni quali ipotiroidismo, gozzo e malattie legate alla gravidanza.

Le cause

Bambini che sono iodati carenti di non consumare abbastanza iodio nelle loro diete. La maggior parte dei prodotti alimentari negli Stati Uniti non contrassegna la quantità di iodio sul pacchetto, rendendo così difficile valutare quanto iodio un bambino sta consumando. I bambini possono mantenere un’adeguata quantità di iodio usando sale salato iodato nelle loro diete. Altre fonti comuni di iodio alimentare includono pane, formaggio, pesce di mare, latte vaccino, uova, molluschi, latte di soia, gelati, salsa di soia e yogurt. L’Istituto di Medicina raccomanda un assunzione di 110-130 mcg per bambini fino a 12 mesi di età, 90 mcg per bambini di età compresa tra i 1 ei 8 anni e 120 mcg per i bambini di età compresa tra i 9 ei 13 anni.

Gozzo

Goiter è l’allargamento della ghiandola tiroide a causa della carenza di iodio. Il gozzo continua ad allargarsi nel tentativo di compensare la grande richiesta di ormone tiroideo. Il gozzo appare come una crescita nella regione del collo e può contenere noduli. I bambini con gozzo possono sviluppare sintomi di soffocamento o problemi di esperienza inghiottendo e respirando.

Ipotiroidismo

L’ipotiroidismo è una condizione definita dall’incapacità della ghiandola tiroidea di produrre ormoni essenziali. Lo iodio è necessario per produrre ormoni tiroidei, quindi una carenza di iodio può portare all’ipotiroidismo. L’ipotiroidismo provoca raramente sintomi nelle prime fasi, ma se non trattato può causare una serie di condizioni di salute potenzialmente gravi. Secondo MayoClinic.com, i sintomi associati all’ipotiroidismo includono affaticamento, sensibilità al freddo, costipazione, viso soffiato, voce rara, elevato livello di colesterolo nel sangue, guadagno di peso non spiegato, dolori muscolari, rigidità o gonfiore nelle articolazioni, più pesante del mestruale normale Periodi, unghie fragili e capelli, e depressione.

Malattia correlata alla gravidanza

Le madri incinte o infermiere che non ottengono abbastanza iodio nelle loro diete possono verificarsi aborti spontanei, parto morti, consanguineità e anomalie congenite nei loro bambini. I bambini possono successivamente sviluppare gravi problemi allo sviluppo come il ritardo mentale e problemi con la crescita, l’udito e il discorso. Secondo l’associazione americana di tiroide, anche una carenza di iodio lieve nelle madri in gravidanza può essere associata con l’intelligenza abbassata nei loro figli.

La carenza di iodio è misurata come una concentrazione mediana di iodio urinario inferiore a 50 mcg per litro in una popolazione. Non ci sono prove per determinare se i singoli bambini dispongono di iodio sufficiente nei loro corpi. La carenza di iodio è trattata incorporando fonti di iodio nella dieta del bambino o prendendo multivitamine contenenti iodio.

Diagnosi e trattamento