Proteine ​​vegetali testurizzate e glutine

Se stai seguendo una dieta senza glutine, allora sai che devi evitare gli alimenti contenenti glutine che potrebbero farti molto male. Scegliere correttamente gli alimenti confezionati sono a volte impegnativi, perché i derivati ​​del glutine possono essere usati per addensare o fornire struttura per alcuni alimenti. La proteina vegetale strutturata proviene da una varietà di fonti, e alcune versioni sono prive di glutine, ma leggere attentamente le etichette per essere sicuri.

Dieta senza glutine

Una dieta senza glutine è stata progettata per limitare l’esposizione al glutine, una proteina che si verifica naturalmente nel frumento, nella segale e nell’orzo a cui alcuni individui hanno una reazione allergica, secondo il gruppo di intolleranza al glutine dell’America del Nord. Per gli individui con malattia celiaca, il sistema immunitario reagisce al glutine negli alimenti e può causare danni al piccolo tratto intestinale. Altre reazioni al glutine includono problemi cutanei, dolori muscolari, fastidio di stomaco, diarrea, costipazione e possibili perdite di peso, secondo la National Clearinghouse per le malattie digestive. Per prevenire l’esposizione al glutine, gli individui devono evitare tutti gli alimenti che lo contengono, compresi gli alimenti relativi alla famiglia di frumento, come kamut, triticale, spelled, emmer. È inoltre necessario attentamente evitare gli alimenti di grano, come l’amido alimentare modificato e la proteina di frumento idrolizzato.

Proteina vegetale strutturata

Secondo il sito web di emergenza USA, la proteina vegetale strutturata, nota anche come TVP, è derivata dalla farina di soia, da cui è stato rimosso l’olio di soia. Il prodotto risultante è cotto a pressione, estruso, sagomato e disidratato. Dopo essiccazione, la proteina vegetale testurizzata è stabile, non necessita di refrigerazione, ed è leggera e facile da trasportare. È possibile utilizzare proteine ​​vegetali testurizzate come sostituto di carne e il sito Web Emergency Supply USA mostra che serve come una buona fonte di proteine, fibre e alcune vitamine, come la vitamina B-12.

TVP e glutine

Il gruppo di intolleranza al glutine dell’America del Nord chiede di non utilizzare proteine ​​vegetali testurizzate perché alcune varietà e sapori possono essere derivate da grano, grano, orzo, soia, avena o anche latte. Inoltre, le versioni aromatizzate possono contenere amido alimentare modificato, salsa di soia o altri sapori e condimenti che possono contenere glutine. Per questo motivo bisogna leggere attentamente l’etichetta del prodotto per gli ingredienti e le eventuali informazioni sugli allergeni. Se non sei sicuro del prodotto, il Gruppo Globale Intolleranza dell’America del Nord mostra, non dovresti mangiare.

Alternative senza glutine

Se la proteina vegetale strutturata è qualcosa che non è possibile utilizzare a causa della presenza di glutine, potete ancora creare piatti simili con ingredienti alternativi. È possibile incorporare legumi disidratati in zuppe, stufati e salse per fornire volume, sapore, proteine ​​e fibre ai piatti. Inoltre, la carne secca, la carne macinata o il pollame, il tofu e il tempeh a base di soia possono sostituire la proteina vegetale testurizzata, se la refrigerazione non è una preoccupazione. Alcuni prosciutti a dadini, pezzi di pancetta e carni preparate possono anche fornire sapore, ma fai attenzione, perché questi ingredienti possono contenere glutine, mostra il gruppo di intolleranza al glutine dell’America del Nord. Grani interi come il quinoa e il riso bruno non possono fornire tanto proteine, ma stanno riempendo e possono sfusi su uno stufato o casseruola.

TVP negli alimenti

Molti alimenti preconfezionati vegetariani, compresi gli antipasti surgelati e gli hamburger vegetariani, usano la TVP come fonte di proteine ​​e gli hamburger vegetariani a rapida preparazione sono spesso caratterizzati anche da TVP. Controllare accuratamente l’etichetta nutrizionale per determinare se un alimento contiene TVP – potrebbe essere etichettato come “proteine ​​vegetali” o “proteine ​​testurizzate” invece di “proteine ​​vegetali testurizzate”. Tieni presente che anche se un prodotto non contiene TVP, potrebbe ancora contenere glutine, quindi cerchi gli alimenti contrassegnati con “senza glutine” per evitare effetti secondari dannosi.