Ipotiroidismo e acido folico

Folato, o acido folico, è una vitamina B essenziale che è necessaria per la corretta formazione di globuli rossi e la loro divisione e la sintesi del DNA. Questa vitamina condivide un rapporto importante ma un po ‘indiretto con una condizione nota come ipotrioidismo. Se hai questa condizione e non ottiene un adeguato folato nella tua dieta, potresti essere a un rischio maggiore per le malattie cardiache.

L’ipotiroidismo è un disturbo caratterizzato da una ghiandola tiroide inattiva. La ghiandola tiroidea si trova al collo e produce ormoni che regolano una serie di funzioni corporee, tra cui la temperatura corporea, l’umore, il metabolismo, la frequenza cardiaca e la pressione sanguigna. Un deficit degli ormoni prodotti dagli ormoni tiroidei, che agiscono su ogni cellula del corpo, provocano disordini in molti processi metabolici. Lo stato dell’acido folico è influenzato anche dall’ipotiroidismo.

La ricerca pubblicata nel “Journal of Clinical Endocrinology and Metabolism” lega lo stato di folato basso all’ipotiroidismo. Il basso folato gioca un ruolo nei livelli elevati di omocisteina: elevati livelli di omocisteina sono frequentemente osservati nei pazienti con ipotiroidismo. L’omocisteina è un aminoacido sintetizzato nel corpo e livelli elevati aumentano il rischio di aterosclerosi, ictus, embolia e attacco cardiaco. Bassi livelli di acido folico sono associati ad elevata omocisteina perché l’acido folico viene utilizzato per la rottura dell’omocisteina.

Negli individui sani, l’acido folico viene convertito in L-metil folato, che è la forma biologicamente attiva della vitamina. L’ipotiroidismo provoca una diminuzione dell’attività dell’enzima metilenetetrahidrofolato reduttasi, responsabile della produzione di folato L-metil nel fegato. Bassi livelli di L-metil folato provocano livelli eccessi di omocisteina. Questa relazione indiretta potrebbe essere causa di aumentare il rischio di malattie cardiovascolari nelle persone con ipotiroidismo.

Le persone affette da ipotiroidismo subclinico, che sono quelle che non dispongono di sintomi evidenti di malattia, presentano un notevole rischio di aterosclerosi e successivi attacchi cardiaci o ictus. A causa della sottigliezza dei loro sintomi, di solito non sono stati diagnosticati o trattati per ipotiroidismo. Se si dispone di ipotiroidismo, si può beneficiare di integrazione o aumentare le fonti di folato dietetico. Le foglie, verdure verdi e fagioli possono fornire una notevole quantità di folato alla dieta.

Ipotiroidismo

Acido folico, ipotiroidismo e omocisteina

Etiologia del basso folta nell’ipotiaroidismo

L’ipotiroidismo non trattato aumenta i rischi sanitari