I vantaggi di gatorade rispetto ad altre bevande sportive

Gatorade è un marchio comunemente associato a atleti e sport di ogni tipo. Tuttavia, altre bevande sportive sono entrate nel mercato nel corso degli anni, dando a Gatorade una concorrenza sana e scegliendo quale sport bere da consumare è diventato confuso. Sebbene Gatorade possa aiutarti ad idratare e ricostituire efficacemente l’energia, non ci sono prove sufficienti per suggerire che sia più efficace di una bevanda sportiva con ingredienti simili. Tuttavia, elementi soggettivi, come il gusto, potrebbero essere considerati un vantaggio.

Gatorade

Gatorade è stato creato da ricercatori presso l’Università della Florida negli anni ’60 per aiutare l’equilibrio della squadra di calcio scolastica in modo efficace. Gatorade è per lo più acqua, ma contiene anche una miscela di carboidrati del 6% sotto forma di zuccheri di saccarosio, glucosio e fruttosio, che aiuta a ricostituire il carburante perso nei muscoli. Inoltre, Gatorade contiene diversi elettroliti chiave, tra cui sodio e potassio, per aiutare a ricostituire gli elettroliti persi durante la sudorazione. Gli elettroliti svolgono un ruolo chiave nella corretta contrazione muscolare, mentre il glucosio e il sodio aumentano l’assorbimento del fluido nel corpo.

Tipi di bevande sportive

Quando si confrontano le bevande sportive, è importante rendersi conto che sono disponibili diversi tipi. Secondo l’allenatore sportivo Brian Mac, i tre tipi base di bevande sportive sono isotonica, ipotonica e ipertonica. Le bevande isotoniche, come Gatorade, contengono fluidi, elettroliti e carboidrati da 6 a 8 percento. Le bevande ipotoniche contengono fluidi, elettroliti e bassi livelli di carboidrati, mentre le bevande ipertoniche contengono più del 10% di carboidrati. La maggior parte delle bevande sportive presenti sul mercato rientrano nella categoria isotonica, tra cui Gatorade, Powerade e AllSport.

Opinione di un esperto

In uno studio pubblicato nell’edizione del marzo 2000 di “Sports Medicine”, i ricercatori dell’Università di Tasmania in Australia hanno riportato i risultati di una meta-analisi che ha esaminato numerosi studi eseguiti su bevande sportive commercialmente disponibili. La loro ricerca si è concentrata su studi che includevano bevande contenenti meno del 10 per cento di carboidrati, che includono Gatorade, e sono stati orientati verso l’atleta medio. I ricercatori hanno concluso che non c’erano poche prove per suggerire che una particolare bevanda sportiva fosse più efficace dell’altra.

raccomandazioni

Se stai esercitando meno di un’ora, l’acqua potabile è il modo migliore per idratare, secondo il dietista registrato Mitzi Dulan. Il tuo corpo non ha semplicemente bisogno di carboidrati o elettroliti extra, anche se se non ti piace l’acqua, bere una bevanda sportiva è meglio di non bere niente. Se sei impegnato in attività più intense, una bevanda sportiva può aiutarti a idratare e ricostituire i muscoli. Dulan consiglia di scegliere un drink che è 5-8 per cento di carboidrati e ha 120-170 milligrammi di sodio. È anche consigliabile scegliere una bevanda che abbia un buon sapore perché la ricerca ha dimostrato che aumenta il consumo, secondo Dulan.