È tè verde anti-infiammatorio?

Il tè verde è stato consumato per migliaia di anni, e negli ultimi decenni la scienza ha scoperto un certo numero di usi medicinali per questa erba popolare. Il tè verde ha potenti proprietà anti-infiammatorie a causa degli antiossidanti che possiede. È stato ricercato per il suo ruolo nel trattamento delle malattie causate da infiammazioni, tra cui l’aterosclerosi, la malattia epatica, la malattia infiammatoria intestinale e una varietà di tumori.

Una conferenza di ricerca sulla prevenzione del cancro del 2012 ha dimostrato che gli uomini con cancro alla prostata che hanno consumato tè verde prima di sottoporsi a interventi di rimozione della prostata hanno ridotto i marcatori di infiammazione, osserva il National Cancer Institute. Il NCI rileva inoltre che recenti ricerche hanno rivelato che gli uomini con uno specifico precursore al cancro della prostata erano in grado di ridurre il loro rischio consumando tè verde. Il Centro Medico dell’Università di Maryland osserva che il tè verde ha mostrato almeno una certa efficacia nel trattamento di una varietà di altri tumori, tra cui la prostata, lo stomaco, la pelle, il pancreas, l’ovario, il seno, il polmone, l’esofageo e il colon-retto.

Una delle sostanze anti-cancerogene più potenti del tè verde è un polifenolo noto come epigallocatechin gallate, o EGCG. Questa sostanza può essere efficace nel liberare il corpo delle cellule tumorali, se utilizzato in combinazione con la chemioterapia o la radiazione. Uno studio pubblicato su “Laser in Chirurgia e Medicina” nel 2011 ha rilevato che le proprietà anti-infiammatorie dell’EGCG hanno aumentato la morte delle cellule tumorali nelle cellule del cancro al seno.

L’aterosclerosi è una malattia infiammatoria che può portare a ictus e malattie cardiache. Uno studio pubblicato in “Revisione annuale della patologia” nel 2006 rileva che marcatori infiammatori sono utilizzati per monitorare la progressione dell’aterosclerosi e che le terapie anti-infiammatorie possono essere utilizzate in modo efficace per combattere la malattia. Il tè verde può aiutare a prevenire l’aterosclerosi e la malattia coronarica attraverso le sue proprietà antiossidanti, che aiutano a ridurre i livelli di colesterolo e trigliceridi. L’Università del Maryland Medical Center osserva che bere 3 tazze di tè verde al giorno può diminuire il rischio di infarto – una malattia causata da aterosclerosi – dell’11%.

Uno studio pubblicato nel 2011 in “Epidemiologia del cancro” ha registrato gli effetti del consumo di tè verde, per quanto riguarda l’infiammazione, in individui cinesi colpiti da carcinoma epatocellulare o HCC – la forma più comune di cancro al fegato. Lo studio ha scoperto che coloro che hanno bevuto tè verde per più di 30 anni erano al rischio più basso per HCC, rispetto a quelli che non bevevano tè verde. Lo studio ha concluso che il tè verde potrebbe svolgere un ruolo nella prevenzione dell’HCC, in particolare nei soggetti con fattori di rischio più elevati, come il consumo di alcol, il fumo o l’epatite.

Secondo uno studio pubblicato nel 2007, i polifenoli nel tè verde contengono agenti anti-infiammatori e antiossidanti che possono fornire una protezione cardiovascolare. Lo studio osserva che EGCG è il componente più potente e attivo del tè verde e può proteggere dai danni cellulari fermando i radicali liberi a rubare gli elettroni dai tessuti grassi e bloccando la sovrapproduzione di sostanze pro-infiammatorie.

Cancro alla prostata

Cancro al seno

Aterosclerosi

Malattia del fegato

Protezione Cuore