È l’estratto di semi d’uva buono per gli occhi?

Le uve sono state utilizzate nel settore medico per migliaia di anni. Il vino bere – che è fatto da uva – è stato a lungo conosciuto come un modo per promuovere la salute del cuore. Ma, oltre ad aiutare il vecchio ticker, i primi guaritori folk europei hanno usato un unguento fatto di vite per curare la pelle e le malattie degli occhi. Oggi, le prove scientifiche dimostrano che i nostri antenati erano a qualcosa: Le proprietà curative dei semi d’uva – chiamati anche Vitis vinifera – possono migliorare la visione e prevenire le malattie degli occhi. Come con qualsiasi nuovo trattamento, consultare il proprio medico prima di iniziare.

All’interno del seme dell’uva

Per capire il motivo per cui l’estratto di semi d’uva è utile alla vostra visione e alla salute generale dell’occhio, devi prima guardare il suo trucco chimico. Il principio attivo nei semi di uva è proanthocyanidins oligomeric, o OPCs. OPC contengono antiossidanti e proprietà antihistamine. I semi d’uva contengono anche vitamina E, flavonoidi e acido linolenico.

Retinopatia diabetica

Nella guida complementare di terapia della Fondazione Susan G. Komen, l’estratto di semi di uva è esplorato come opzione per molti disturbi, tra cui la retinopatia diabetica. Su una scala di gradazione da A a F, valuta il suo utilizzo per la retinopatia basata su prove scientifiche B. La retinopatia diabetica è una malattia che colpisce i piccoli vasi sanguigni nella retina dell’occhio. Gli agenti antiinfiammatori nelle OPC nell’estratto di semi d’uva aiutano a fermare la progressione della malattia. Infatti, la proprietà di guarigione dell’estratto di semi d’uva aiuta in altri disturbi vascolari.

Visione notturna

La visione notturna può essere causata da disturbi improvvisi o problemi più gravi come la malattia della retina. Il Centro Medico dell’Università del Maryland sottolinea che l’estratto di semi di uva può essere utile per migliorare la visione notturna, anche se la fonte cita che è necessaria un’ulteriore ricerca per fare rivendicazioni scientifiche ufficiali. Una monografia di Denver sull’Università del Colorado rafforza questa teoria, in quanto spiega anche che l’estratto di semi d’uva può essere utilizzato in diverse complicanze diabetiche, che includono la degenerazione maculare e la cattiva visione notturna.

Degenerazione maculare

La degenerazione maculare è la principale causa di perdita della vista per persone di età superiore ai 60 anni negli Stati Uniti. I fattori di rischio, oltre all’età, includono malattie cardiovascolari, fumo di sigarette, occhi chiari e colesterolo alto. Se sei a rischio di degenerazione maculare, l’olio di semi d’uva potrebbe contribuire al trattamento o alla prevenzione. Tra le molte misure preventive raccomandate per la degenerazione maculare, secondo l’Università di Maryland Medical Center, sono acidi grassi omega-3. Uno di questi acidi è l’acido linolenico trovato nell’estratto di semi di uva. Quando si tratta del trattamento naturale di una condizione esistente, sono consigliate diverse vitamine e minerali, tra cui vitamina C, vitamina E, beta carotene, zinco e rame. L’estratto di semi d’uva contiene vitamina E e altri antiossidanti.