Basso potassio e dolore addominale

Perché il corpo umano funzioni correttamente, i livelli di anima del potassio devono essere entro i limiti normali. Il dolore addominale è un sintomo associato a molte malattie. Tuttavia, i livelli bassi di sangue di potassio o ipocalemia possono causare questo problema. L’ipochimica può essere pericolosa per la vita quando è grave e ha molte cause.

Le cause

L’ipokalemia può verificarsi quando il corpo perde grandi quantità di potassio a causa della disfunzione renale. Un ormone surrenale chiamato aldosterone regola i livelli di potassio nel sangue stimolando i reni per mantenere il sodio e liberare il corpo di potassio. Alte quantità di questo ormone provocano un’eccessiva perdita di potassio e questo può causare ipocalemia. I tumori surrenali possono portare alla produzione di aldosterone. L’ipokaliemia può anche accadere quando determinati farmaci o malattie causano il potassio nel flusso sanguigno per muoversi nelle cellule. La perdita di potassio attraverso il tratto gastrointestinale come risultato di vomito o diarrea può anche causare ipocalemia.

Apparato digerente

Il potassio ha funzioni molto importanti nel corpo. Garantisce che i nervi ei muscoli del corpo funzionino come dovrebbero. I muscoli cardiaci del cuore, muscoli scheletrici e muscoli lisci sono in grado di contrattare a causa del potassio. Inoltre, il sistema digestivo è fatto di muscoli lisci che contratti ritmicamente per spingere cibo verso il tratto gastrointestinale – questa propulsione è descritta come peristalsi. Basso livello di sangue di potassio può alterare la peristalsi.

Dolore addominale

Quando i livelli ematici di potassio sono bassi, i muscoli lisci del tratto gastrointestinale diventano deboli. Questa debolezza può progredire nella paralisi intestinale. Secondo l’Istituto Linus Pauling, la paralisi intestinale si manifesta come dolore addominale e altri sintomi come la stipsi e il gonfiore.

test

Per determinare se una persona ha ipocalemia, vengono eseguiti diversi test di sangue. Il contenuto di potassio del sangue viene misurato per vedere se i livelli sono effettivamente bassi. Altri test effettuati in ipocalemia sono il BUN o l’azoto di urea di sangue e test di creatinina. Sono fatti per vedere se i reni stanno funzionando bene. Un elettrocardiogramma è anche fatto per controllare il cuore, perché l’ipokalemia può causare battiti cardiaci irregolari.

Trattamento

Medscape spiega che il primo passo nel trattamento dell’ipocaemia comporta l’identificazione e l’arresto della perdita di potassio in corso. In questo caso, i farmaci che causano ipocalemia possono essere fermati o sostituiti. Successivamente, i livelli di potassio vengono ricostituiti somministrando il potassio orale o endovenoso. La chirurgia può essere richiesta se i fattori quali i tumori delle ghiandole surrenali o l’ostruzione intestinale – che possono causare il vomito – sono la causa fondamentale dell’ipocalemia.